Storia del Veloclub Monte Tamaro

“Quella che si tenne la sera dell’8 ottobre 1976, al ristorante Briccola, fu un’assemblea particolare, poiché vi partecipô idealmente, tutta la gente dell’Alta Valle Vedeggio”
 
……. il nome della società : Velo Club Monte Tamaro, preferendolo  alla denominazione Velo Club Alto Vedeggio. Il Tamaro venne spiegato, è la montagna simbolo della regione, un punto di ritrovo umano e sportivo, una meta, un traguardo, a volte impegnativo e severo per chi vi sale a piedi ……
 
……. Si inizieranno gli allenamenti il 13 gennaio 1977, alle 18.30 precise, e in seguito tutti i giovedi alla stessa ora……….
 
Le tre regole, chiave dei futuri successi, piccoli o grandi a seconda delle possibilità e delle circostanze, li indica con grande precisione e chiarezza il preparatore atletico “serietà, disciplina, educazione” …………..
 
……..anni ottanta. Siamo al quarto anno di vita, di attività, di impegno, di speranze, di certezze….
 
……”sono stati quattro anni di entusiasmo, accompagnati dal sostegno a dal caloroso appoggio di tutti. Ora inizia (ed è cosi per ogni umana esperienza) un periodo delicato. Smorzati gli iniziali, euforici consensi, occorre procedere con saggezza, cercando passo passo, di conferire alla Società una struttura solida, ferma, decisa; un’organizzazione efficiente e stabile, un programma di lavoro calcolato fin nei minimi particolari”……

wp6413c320_06
…..nei primi anni ottanta va inoltre inserita, con tutti gli onori del caso, una nota rosa. Arrivano in casa giallo-nera le prime rappresentanti femminili :
Lorenza Cattaneo (presto ai massimi livelli nazionali) e Simona Camponovo……

…..nei primi anni del 2000 anche nel nostro piccolo Velo Club, la mountain bike trova, grande accoglienza. La maggior parte degli appassionati impiega il mezzo per escursione e allenamenti personali e con amici…..

…….non dimentichiamo l’organizzazione di grandi eventi, i campionati del mondo di ciclismo su strada di Lugano nel 1996….….mondiali di mountain bike nel 2003…..

….2010 e la storia continua…..